San Lorenzo al Mare Riviera dei Fiori

 

San Lorenzo al Mare stemma

 

SAN LORENZO AL MARE

Un Paese Storico

Laigueglia e Porto Maurizio furono per molti secoli divisi dal confine naturale del Rio S. Lorenzo, fin quando i primi decisero di cedere il territorio di Pietrabruna.

Fu allora che i Signori di Porto Maurizio decisero di edificare una roccaforte sulla riva del torrente, utilizzando, come narra la leggenda, i denari di tre scaltri pirati nostrani che avevano sottratto ai saraceni un grosso carico di merci su di una imbarcazione in rada.

Solo in un secondo tempo si sviluppò l’agglomerato rurale a nord dell’Aurelia, ma la diversa destinazione dei due borghi condusse a violenti scontri che si protrassero fino al 1794, quando la necessità di difesa dei Saraceni costrinse gli abitanti a stringere unione.

Si giunse così alla costruzione del Ponte e della Stazione che favorirono il traffico commerciale tra il litorale e l’entroterra.

Il Centro Storico, articolato tra i “garbi” delle vecchie case, è reso dinamico dal movimentato mercato settimanale, colorato di tessuti e di tutto un po’.

La Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maddalena, baciata dalla salsedine, è di notevole pregio architettonico.

Riedificata nel 1766 in un barocco marinaro, conserva i segni strutturali di stampo tardo medioevale. In attesa di restauro è l’Oratorio della Misericordia.

Fiori, olivicoltura ed un attizzante Vermentino affiancano un turismo esponenziale, grazie alle spiagge attrezzate ed alle strutture sportive ad esse attigue.

Non mancano angoli di poesia sulla dolce passeggiata a mare, che si distende sopra dorate arene e si allunga a picco di romantiche scogliere, frangenti e spumeggianti, all’ombra di profumati pini marittimi.