Chiavari logo

 

CHIAVARI

Centro commerciale del Tigullio

Chiavari è una città costiera estesa nella piana tra il torrente Entella e l'entroterra vallivo di questo e del torrente Rupinaro, è centro di antiche tradizioni urbane, con prevalenti funzioni residenziali, terziarie e artigianali (è nota, infatti, fin dall'Ottocento, la produzione delle sedie dette "campnino" e dei pizzi "macramè"). Per la sua favorevole posizione vicina alla confluenza delle valli dei torrenti Lavagna, Sturla e Graveglia, che garantivano facili comunicazioni con il versante padano, fu centro di gravitazione di un esteso territorio, svolgendo fin dal Medioevo, nell'ambito del dominio genovese, un ruolo strategico e commerciale di primaria importanza.

Ruolo testimoniato, tuttora, da numerose e importanti architetture civili. Benché la scoperta di una necropoli databile tra l'VIII e il VII sec .a.C. attesti l'esistenza di un insediamento pre-romano, le prime notizie documentate risalgono al sec. X, quando l'abitato è presumibilmente poco più che una contrada delle Pieve di Lavagna. Fondato nel sec. XII nell'ambito della politica di espansione di Genova nel Levante, il "borgo di Chiavari", venne costituito, nella sua forma urbana, dai consoli genovesi, con chiare finalità difensive e secondo un preciso atto pianificatorio. Una forma ben caratterizzata e ancora visibile, ottenuta con la costruzione del castello e di una cinta muraria. Per il carattere essenzialmente militare del borgo, nel sec. XV l'autorità vicariale viene sostituita da un capitano e la circoscrizione chiavarese prende il nome di capitaneato.

Nel 1368 le attività urbane, prima gravitanti sulla strada più antica e più interna, si spostano sul "carrugio dritto", istituendo una gerarchia urbanistica per classi sociali. Dal '400 le funzioni civiche, attribuite inizialmente all'interna piazzetta S. Giovanni, vengono trasferite nella cittadella, complesso fatto erigere dal governatore genovese, Boucicault, e direttamente gravitante sul "carrugio drito". L'edificazione compatta, a schiera, secondo le tipologie edilizie medievali, si mantiene integra fino al tardo '500, quando un risveglio architettonico tardo-rinascimentale porta alla ristrutturazione delle famiglie emergenti. Il sec. XVIII, dopo il collasso sociale ed economico causato dalla pestilenza del 1656, segna per la città il periodo di maggior splendore economico e culturale, testimoniato dalla costruzione di ragguardevoli palazzi nella zona di ponente, fuori delle mura che cominciavano a essere smantellate. L'Ottocento è caratterizzato dall'apertura di nuove strade, in una prospettiva di espansione della città che prende l'avvio sotto Napoleone e condurrà all'impianto della città moderna.

Anche nel 2016 a Chiavari è stata assegnata la Bandiera Blu, riconoscimento internazionale, assegnato dalla Fee, Foundation for environmental education, che premia quei comuni che curano le spiagge, valorizzando e rispettando l'ambiente.

 

 LUOGHI ED EVENTI DI INTERESSE:

 

Mercatino Antiquariato Chiavari

 

 

Il Mercatino dell'Antiquariato, ogni seconda Domenica del Mese.

 

 

 

 

 

Palazzo Rocca Chiavari 

 

 

Palazzo Rocca, Museo Civico.

 

 

 

 

Sedie la chiavarina 

 

 

 La Chiavarina, la famosa sedia.

 

 

 

 

Il castello di Chiavari 

 

 

Il Castello, del XII Secolo.

 

 

 

 

 

Le Chiese Medioevali Chiavari

 

 

Le Chiese Medioevali, le Chiese di Chiavari.

 

 

 

 

 

 

 

Ufficio Turistico Chiavari:

Piazza Milano
Tel. 0185 365400
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.