Corniglia Stemma

 

CORNIGLIA

Un meraviglioso insieme di case liguri

La ridente frazione, appartenente al Comune di Vernazza, è adagiata linearmente sul promontorio, a costa alta e rocciosa, a strapiombo sul mare.

La cartolina paesaggistica ritrae un meraviglioso insieme di case liguri, ai margini di una conca naturale a profilo di pregiati vigneti.

Gli attributi rurali dei borghi d’entroterra sottolineano la particolarità di una precisa destinazione agricola, intensamente vissuta dagli abitanti, attraverso il percorso dei secoli.

Sorta come per incanto, al riparo dalle mareggiate, Corniglia ebbe un ruolo fondamentale come stazione di posta della famiglia Fieschi, durante l’età medioevale.

Archi gotici in pietra nera, posti sotto il sagrato della Parrocchiale ne testimoniano la presenza.

Il nucleo visse a ridosso della più esposta Vernazza, con funzioni di riparo dei borghi costieri delle incursioni saracene. La Parrocchiale di S. Pietro svetta nella sua distinta forma gotica d’impianto ligure, esprimendo il meglio di una adorabile facciata in pietra locale.

La sua edificazione, avvenuta sui resti di un precedente sacro edificio romanico, risale al 1334. Sulla Piazzetta, l’Oratorio dei “Disciplinati di S. Caterina” attesta la tradizione delle “ Casacce” anche nell’estremo levante ligure. I ruderi di un maniero del XVI secolo e delle massicce fortificazioni genovesi confermano invece il dominio Fliscano sulla località.

Da Corniglia si diramano percorsi sublimi che raggiungono S. Bernardino, Manarola e Vernazza, nell’incanto fatato di una vegetazione illuminante a guardia dei vigneti.

E al calar del sole … il paesaggio bisbiglia a movimentar la quiete, interrotta dal solo sottofondo romantico di uno spumeggiante fragore delle onde del mare.