Castelbianco entroterra ponente liguria

 

Castelbianco stemma

 

CASTELBIANCO

Tipico Borgo Medioevale

 

 

È un piccolo centro storico ubicato ai piedi della Rocca Barbena. Tipico borgo medioevale, del quale ancor oggi conserva intatte molte caratteristiche, fu il primo centro feudale della Valle del Neva.

Il suo percorso storico è parallelo a quello della vicina Zuccarello, della cui giurisdizione Castelvecchio entrò a far parte nella prima metà del XIII secolo.

Trascorso un certo periodo sotto il dominio della Clavesana e dei Del Carretto, passò ai Savoia e successivamente alla Repubblica di Genova (XVII secolo).

Gli abitanti del luogo nel corso degli anni hanno cercato di mantenere il più possibile invariata la struttura originaria del paese ed i restauri apportati alle abitazioni sono stati eseguiti cercando di non deturpare l’ambiente circostante, per non compromettere l’atmosfera di armonia ambientale che da sempre ha contraddistinto questa località.

Il Castello dei Clavesana, eretto sulla rocca dalla quale prende il nome il paese, domina dall’alto l’intero borgo e mantiene quasi intatte le torri difensive.

Percorrendo il paese in salita è possibile vedere ai lati di strette viuzze alcune abitazioni di allora, veri esempi architettonici dell’epoca medioevale.

Molte delle costruzioni originarie sono infatti rimaste quasi indenni col passare dei secoli e nel loro insieme offrono al visitatore una visione di spettacolare suggestione.

Degna di menzione è pure la piccola Chiesa Parrocchiale dell’Assunta ristrutturata nel Seicento. Di notevole interesse storico ed artistico il vicino centro di Balestrino, dominato dal Castello ricostruito nel 1600.

 

Come ci si arriva: Autostrada A10 Genova Ventimiglia, si esce ad Albenga e s’imbocca la S.S 582 per Garessio, dopo Zuccarello s’incontra il bivio che conduce al piccolo paese.

In alternativa all’Aurelia presso Borghetto S. Spirito, si prende la via per Toirano e Balestrino.