Bardineto stemma

 

BARDINETO

Località di villeggiatura estiva

 

 

La ridente località di villeggiatura estiva è dolcemente adagiata tra praterie e boscose pendici nei pressi delle sorgenti della Bormida di Millesimo. Prospero feudo dei marchesi del Carretto di Bardineto, fece poi parte della Repubblica Ligure per essere poi annessa nel 1814 allo Stato Sardo. Bardineto è ora frequentata oasi di tranquillità, oltre che per il fascino di antico e intatto borgo medioevale per la vicina sorgente di acqua diuretica e curativa di S. Nicolò. I moderni impianti costituiscono un polo d’invito per gli appassionati di sports a misura d’uomo. Unica nel savonese è la tipica struttura poligonale del Castello dei Del Carretto (X secolo) di cui si conservano le imponenti rovine ed i resti della cinta muraria, tra la verde meraviglia di spontanee conifere. Risale invece al principio del 700 la Chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Battista, in stile barocco piemontese. Poco fuori dell’abitato si trova la Cappella di S. Nicolò, in stile romanico: eretta intorno al XII secolo, subì numerose trasformazioni e conserva pregiati affreschi del quattrocento. Sono inoltre raggiungibili dal paese, le sorgenti della Bormida e le Grotte di Toirano, ricche di suggestive stalattiti e stalagmiti, illustre punto di richiamo per i turisti stranieri in Liguria. Escursioni sono possibili anche al Monte Carmo, al Bric dell’Agnellino ed al Giogo di Giustenice, che permettono di godere di stupende giornate all’aria pura di boschi da funghi doc ammirando le sensuali policromie del paesaggio.

 

Come ci si arriva: Autostrada A10 Genova Ventimiglia, si esce al casello di Finale Ligure e si prosegue per la S.S 490. Passato il Colle del Melogno, dopo Calizzano si raggiunge Bardineto. Il centro è altresì raggiungibile da Albenga, (S.S per Garessio) e da Toirano.