La Val Fontanabuona si estende nell'entroterra del Golfo del Tigullio, e, quindi, parallelamente alla Riviera di Levante. La Valle è attraversata da tre fiumi, l' Entella, il Lavagna e lo Sturla e ha un andamento da Ovest ad Est.

 

 

 

La Val Fontanabuona è la valle più estesa e comprende numerosi comuni che sono i seguenti:

Avegno, il paese delle campane.
Bargagli, il borgo sul mare.
Carasco, tra valle e riviera, meta di serate gastronomiche
Cicagna, il paese sull'antica strada del sale e del grano.
Cogorno, pregevoli edifici religiosi e splendidi scorci panoramici.
Coreglia Ligure
Favale di Malvaro, la patria degli emigranti.
Leivi, località con netovoli attrattive turistiche a due passi dal mare.
Lorsica, il paese dei velluti e dei damaschi.
Lumarzo, nel cuore agreste della valle.

Moconesi, un insieme di frazioni.
Neirone, la cittadina nella valle.
Orero, la via dell'Ardesia.
San Colombano Certenoli, terra legata all'agricoltura.
Tribogna, l'attico della Val Fontanabuona.
Uscio, la "porta" per il mare o l 'entroterra.

 

In questi luoghi il clima è particolarmente mite perché si trovano vicino alla costa. Nella parte settentrionale sono presenti invece monti che superano i 1000 metri di altezza e che proteggono la zona dai venti freddi provenienti dal Nord.

Oltre alle bellezze naturali che permettono di intraprendere percorsi escursionistici molto suggestivi, la Valle offre anche l'opportunità di scoprire antichi mestieri che ancora oggi sviluppano l'economia della zona. Infatti questa zona è conosciuta sia come la valle dell'ardesia, perché qui vi sono numerose cave di questa pietra, usata ancora oggi nell'edilizia sia come la valle dei cento campanili, per i numerosi edifici religiosi e, proprio ad Avegno, ci sono ancora le fonderie artigianali di campane.