Rocchetta di Vara Val di Vara

Rocchetta di Vara stemma

 

ROCCHETTA DI VARA

Accogliente comune
 
 
 

L’accogliente comune della media Val di Vara fu fondato, come molti altri villaggi della zona, dagli abitanti di Brugnato e fu successivamente uno tra i numerosi possedimenti feudali dei signori di Vezzano. Incorporato nella Marca Obertenga, fu poi degli Estensi e dei Malaspina della Lunigiana nel XII secolo. 

Diventò un marchesato indipendente circa nella metà del ‘500, con centro nell’attuale frazione Suvero, che fu dei Malaspina fino al 1797. 

La popolazione di Rocchetta di Vara è oggi dedita in parte all’agricoltura come in passato, ed in parte ad occupazioni in fabbriche ed industrie dei vicini centri commerciali. Nei giorni festivi però tutti gli abitanti sembrano preferire le attività tradizionali di lavorazione della terra e proprio per questo l’atmosfera che avvolge il paese è molto più frizzante e vivace di quanto non sia nei giorni comuni. 

Assai pittoresca è la frazione Suvero, un’incantevole borgo dove s’incontrano le pinete più belle di tutta la Liguria. Rocchetta di Vara si presenta oggi come un nucleo che ha mantenuto intatto il fascino delle sue antiche forme ed un altro di case nuove che si discosta per un più moderno stile architettonico. 

Di particolare interesse sono la Chiesa di S. Giustina del 1500, i tratti della cinta muraria ed i resti delle fortificazioni. In località Suvero sorge l’imponente Castello edificato dai Malaspina nel XIV secolo, che si presenta ben ristrutturato e con sano rispetto del gusto originario. 

La Chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Battista risale alla stessa epoca e conserva un pregiato bassorilievo del XV secolo. Piacevoli le passeggiate in pineta e le escursioni al Santuario di N.S. del Dragone, a Zignago ed al Monte Cornoviglio, ai piedi del quale sorge il ridente paesino di Calice al Cornoviglio, dominato dal Castello dello Spino. 

Per gli appassionati del trekking a cavallo questi luoghi rappresentano un ricco serbatoio di itinerari.